Apatite, la pietra della confusione

Apatite, la pietra della confusione

Il nome di questa pietra deriva dalla parola greca “apatao”, ossia ingannare, che richiama la confusione storica che questa gemma ha avuto con altre pietre preziose a causa della sua ampia gamma di colori. La forma più comune che si trova in natura è quella blu, ma si può reperire anche gialla, verde e grigia. Molto rara l’apatite trasparente, perché infatti di solito è opaca.

Spesso scambiata per una Tormalina, per un Peridoto o per un Berillo, l’Apatite in realtà con i suoi meravigliosi colori e la sua bellezza è una pietra preziosa a tutti gli effetti. Molti sono i paesi dai quali si estrae questo minerale come in Brasile, Madacascar, Messico, Canada e Russia.

Il nome Apatite indica un gruppo di minerali dalla composizione simile e dall’ampia distribuzione: si tratta infatti di differenti minerali, a seconda che il calcio venga rimpiazzato dal fluoro, dal cloro, dall’ ossidrile o dallo stronzio. Né troppo scura, né troppo chiara, l’Apatite brilla di colori intensi con una lucentezza ben equilibrata.

La sua brillantezza è inoltre influenzata da altri fattori, come le dimensioni, la purezza, la saturazione del colore e la qualità della sfaccettatura. La stessa lucidatura dell’Apatite rappresenta una vera e propria sfida per i tagliatori di gemme. Un’Apatite ben lucidata e sapientemente tagliata è una gemma di gran valore.

Tagliata prevalentemente nei tagli baguette, ovale e rotondo, questa pietra può essere lavorata in diversi stili, come i tagli a gradino o quello misto. Apatiti più grandi di un carato e di purezza eye-clean sono straordinariamente rare.

A seconda degli elementi presenti, l’Apatite varia da verde, giallo, blu e verde giallo. Negli anni ’70 – ’80 l’Apatite è stata un basilare componente per la costruzione dei tubi catodici per televisori, oramai quasi in disuso.

Curiosità: I campioni di roccia lunare raccolti dagli astronauti del Programma Apollo contengono tracce di apatite. Una accurata analisi di questi campioni condotta nel 2010 ha rivelato tracce di acqua intrappolata nel minerale, portando ad una stima del contenuto di acqua sulla superficie lunare di almeno 64 parti per miliardo (cento volte più elevata della stima precedente) e che potrebbe anche arrivare fino a 5 parti per milione.

Se questa apparentemente piccola quantità di acqua intrappolata nei minerali fosse ipoteticamente trasformata tutta in liquido, sarebbe in grado di ricoprire l’intera superficie lunare con circa un metro d’acqua.

L’Apatite ha varie proprietà e poteri.

Elimina la confusione mentale, focalizza le idee e aiuta a renderle attuabili sul piano fisico, sviluppa sicurezza nella parola e nel comportamento, aiuta l’auto espressione e la comunicazione, rende estroversi e leali verso gli altri.

Sul Piano Fisico infonde vitalità, aiuta a riprendersi dopo una fase di esaurimento o un’influenza, è consigliata per l’esaurimento psicologico da affaticamento o da eccesso di attività intellettuale. Combatte l’apatia e le depressioni, allevia i dispiaceri, rigenera le cellule delle cartilagini, tendini, ossa e denti, cura fratture ossee, artrosi, osteoporosi e dolori articolari, accresce il metabolismo e può aumentare l’appetito sviluppando in particolar modo l’abitudine a mangiare sano.

Sul Piano Psichico l’Apatite, libera da frustrazione sessuale aumentando il desiderio di amare senza sentirsi in colpa, per questo scopo si può indossare montata negli orecchini o in un anello da portare al pollice a diretto contatto del corpo o assumere come elisir.

(Fonte: http://www.gioielleriailcrogiolo.it/pietre-naturali-scopriamo-lapatite/#:~:text=L’Apatite%20ha%20varie%20propriet%C3%A0,e%20leali%20verso%20gli%20altri.)

Il Crisoprasio, la pietra del successo

Il Crisoprasio, la pietra del successo

Il Crisoprasio appartiene alla famiglia dei calcedoni con un sistema cristallino trigonale.

E’ una pietra verde, legata all’elemento terra. La sua principale proprietà è quella di conferire stabilità, equilibrio e armonia. E’ considerato anche un eccellente portafortuna per quanto riguarda la sua capacità di attrarre denaro. E’ conosciuta fin dall’antichità così come il suo impiego terapeutico. I greci lo conoscono come kyronprason, che tradotto letteralmente significa “porro dorato”. Il suo colore verde lo rende particolarmente adatto al chakra del cuore ma lavora bene anche sulle disfunzioni della tiroide.

Questa pietra attrae potentemente persone pratiche che cercano di non riempirsi la vita con inutili problemi, cercando di ottenere i risultati desiderati senza grandi sforzi, inseguendo la via meno complicata per raggiungerli. Non amano fare grandi cambiamenti nella propria vita, tendendo in tal modo a restare statici e a rimanere prigionieri delle loro convinzioni.

Sebbene il crisoprasio sia considerato una delle pietre dell’Acquario, ciò non significa che sarà meno utile per altri segni. Il crisoprasio aiuterà i segni della terra in misura maggiore a rivelare il loro potenziale: Capricorno, Toro e Vergine. Dai segni dell’elemento fuoco, la preferenza per la pietra può essere data al Sagittario, dall’aria, ai Gemelli. Mentre per i nati sotto i segni del Leone, Ariete, Scorpione e Bilancia, il crisoprasio non sarà particolarmente utile. 

Tuttavia, se il tuo segno zodiacale non è incluso nella lista dei segni zodiacali sopracitati, questo non è un motivo per rinunciare a questo bellissimo talismano. Se senti che il crisoprasio è la tua pietra, nulla ti impedirà di averlo. La cosa principale è che l’energia della pietra coincide con la tua. Quindi la sua presenza ti aiuterà a passare più sicuro attraverso la vita.

Da un punto di vista cristallino, ossia della sua struttura, il crisoprasio è collegato al chakra della corona.

In passato il crisoprasio veniva collegato alla dea Venere, dea dell’amore e della fertilità e ancora oggi è comune la credenza, nelle tradizioni popolari, che il crisoprasio riesca ad attirare entrambe le cose nella vita della persona che lo indossa. Le sue radici si fondano così in lontananza che addirittura nel medioevo era conosciuta come pietra per calmare la collera e per risolvere la gotta.

 A livello fisico il crisoprasio rafforza la vista e sembra che riesca ad alleviare anche i dolori dei reumatismi. Mantiene in equilibrio il Ph, calma e a livello mentale lavora sulla depressione e la stanchezza cronica, quella che colpisce soprattutto al cambio di stagione. Potete quindi utilizzarla in diverse circostanze, specialmente quando sapete di dover affrontare lunghe sessioni di studio e di lavoro e avete paura che il vostro corpo e la vostra mente vi tradiscano.

E’ perfetto anche in quei periodi in cui volete depurare il corpo, disintossicarlo da tutte le tossine che, insieme all’alimentazione, accumulate. Questa pietra in pratica lavora sui minerali che il nostro corpo di solito non riesce a smaltire. Aiuta il fegato ad eliminare le sostanze tossiche, in particolar modo agisce quando, a causa di un eccessivo uso dei farmaci, questo organo si è ammalato. Utilizzato in combinazione al quarzo fumè, agisce anche sulle micosi.

Questa pietra induce ad una profonda auto-analisi, stimola all’auto-osservazione, a capire quali sono i vostri reali ideali e sentimenti. Il crisoprasio vi consente di liberarvi dai vari modelli di pensiero deleteri. Fa emergere la positività a discapito del pessimismo. Il vostro modo di percepire la realtà si modificherà in modo dolce. Spesso infatti molti dei nostri problemi non nascono da un avvenimento reale, ma solo dal nostro modo di percepire una qualsiasi cosa. Cambiando la prospettiva, modificando il filtro con il quale entrate in contatto con gli altri, potete letteralmente cambiare la vostra vita.

Quante volte studiate le cose che vi sono capitate in base alle esperienze passate? Ciò che vi è capitato di vivere vi ha (giustamente) insegnato qualcosa e dal quel momento avete imparato a riconoscere i vari avvenimenti in anticipo secondo le esperienze che avete immagazzinato. E’ perfettamente normale perché in questo modo evitate ogni volta di ripetere errori o perdere tempo. I “modelli” da seguire servono. Tuttavia è bene mantenere una mente più elastica, essere disponibili quando l’istinto ci suggerisce di farlo, a rischiare. Perché una nuova esperienza, anche se simile a quella passata, non necessariamente si concluderà nello stesso modo. Il crisoprasio è questo che vuole insegnarvi, ad abbandonare i vecchi schemi ormai probabilmente logori, per saper cogliere le cose belle che la vita può offrirvi.

Vi insegna a fare tutto questo con una maggior sicurezza in voi stessi, senza dipendere più (sia a livello materiale che emotivo) dagli altri.

Indossate il crisoprasio se siete persone particolarmente materiali. Questo perché vi porta all’introspezione, cioè al guardarvi dentro e saper riconoscere la scintilla divina. Il suo scopo nella sfera spirituale è proprio questo, di aiutarvi a “vedere” che esiste qualcosa oltre la materialità. Vi aiuta a riconoscere la presenza dell’energia e dello spirito in tutto ciò che vi circonda. E’ una consapevolezza fantastica perché imparate a rispettare gli altri e l’ambiente in un modo tutto nuovo. Il crisoprasio però non va a distruggere la vostra vita materiale. Vi insegna anche un’altra cosa molto importante: potete tranquillamente continuare ad essere persone concrete, senza per questo dimenticare che in voi c’è anche l’energia che scorre.

Essendo una pietra legata alla terra, mettendola a contatto con essa si purifica e si rigenera.

Le pietre portafortuna dei Gemelli: creiamo insieme il “tuo” gioiello

Le pietre portafortuna dei Gemelli: creiamo insieme il “tuo” gioiello

Insieme a Susanna Antonini creiamo insieme gioielli dedicati al segno zodiacale dei Gemelli, utilizzando le sue pietre portafortuna. Scrivici nei commenti quali accostamenti preferisci e iscriviti alla newsletter per ricevere le notifiche e vedere tutti i nostri video.

La Psicologia del Gioiello

La Psicologia del Gioiello

Hai mai pensato che un gioiello possa aiutarti ad abbattere le tue convinzioni o le tue insicurezze, stimolando quella parte di te un po’ più intraprendente, sicura e sensuale rimasta in ombra dal quotidiano diventato ormai frenetico?

Dalla mia lunga esperienza diretta di lavoro con tante donne diverse sia dal punto di vista estetico che emotivo posso confermarti che è assolutamente possibile.

La prima cosa da fare è quella di imparare a guardarti con clemenza, amore ed obiettività allo specchio, osservando i tuoi colori naturali, le caratteristiche del tuo viso, riconoscendo i difetti e soprattutto i pregi.

La seconda cosa da fare è quella di cominciare a prendere confidenza con te stessa, dando il giusto valore solamente ai tuoi pregi: hai dei begli occhi intensi sia per il taglio o il colore oppure hai una bella bocca? O ancora un collo slanciato o un bel manto di capelli? O magari hai come alleata la tua altezza o un bel décolleté?

Bene! Parti da lì! Il gioiello giusto per te sarà quello che andrà a valorizzare il tuo punto di forza. Ti starai chiedendo come è possibile questo: la risposta sta nella scelta giusta della forma, dimensione e colore del gioiello.

Vedrai che basterà poco per far passare in secondo piano quelli che tu reputi difetti, restituendoti una maggiore padronanza di te stessa facendoti adesso vedere più bella.

Dai, prendi il coraggio a due mani e inizia a volerti bene.

Ti aspetto nei prossimi video e ti invito a scrivere nei commenti i tuoi dubbi, curiosità o domande.