SUSANNA ANTONINI

Salve, sono Susanna Antonini, ideatrice, stilista e creatrice di Segno Più. Sono nata nella città più bella del mondo, la città eterna, Roma. La danza, la pittura e i gioielli hanno segnato la mia infanzia e adolescenza e successivamente il mio lavoro in giovinezza e maturità. Nella mia testa si sono sempre affollate una moltitudine di idee fuori dall’ordinario. L’ispirazione è sempre arrivata dal passato per poi guardare al futuro. E’ così che sono nati i miei gioielli e le mie opere di arredo, facendo dialogare storia e contemporaneità, stili e materiali diversi e a contrasto, mettendo in questo modo il “segno più” ad ogni creazione.

Nel 1992, tornando da un illuminante viaggio negli USA, e avendo notato lo straordinario interesse degli Americani per i gioielli che indossavo, ho voluto dar vita alla mia prima collezione di gioielli di alto artigianato e rigorosamente costituita da pezzi unici.

Dopo alcuni anni ho affiancato alla produzione una deliziosa boutique di gioielli in uno dei quartieri più storici e affascinanti di Roma, Monteverde Vecchio. Questo meraviglioso percorso, durato 25 anni, ha determinato la mia linea creativa dunque il mio stile, credo, inconfondibile, le competenze e la mia strada interiore.

Ma ad un certo punto ho sentito forte l’esigenza di guardare al mondo intero, offrendo attraverso le mie creazioni, le meraviglie del Made in Italy.

Il mio credo si può sintetizzare con poche parole: “Non per forza i più intelligenti, non per forza i più ricchi, non per forza i più belli, ma per forza UNICI!”

CHI SIAMO

 

Segnopiù ha un obbiettivo fortemente sentito: laddove l’occhio “comune” vede la fine di un oggetto, Segnopiù vede l’inizio di una nuova storia.

Talvolta è l’oggetto stesso, con le sue ferite dovute all’usura del tempo, a suggerirci la sua nuova identità. Segnopiù riscopre il bello attraverso il difetto. Il difetto diventa pregio. La cicatrice diventa bellezza artistica, proprio come nella centenaria forma d’arte giapponese Kintsugi, dove una tazza rotta viene salvata ricongiungendo le parti con della polvere d’oro. L’oggetto acquisisce così un maggiore pregio proprio grazie a questa “cicatrice”: ed ecco che il difetto, la rottura e la cicatrice possono diventare, con un nuovo sguardo, punti di forza.

Non nascondere la storia dell’oggetto ma esaltarlo tramite la trasformazione, imparando così ad abbracciare il danno come una risorsa, così come una lunga sofferenza può essere un’opportunità di crescita.

Il nostro lavoro si esplica inoltre nella valorizzazione del mobile antico e pregiato attraverso la “contaminazione” con materiali moderni come l’acciaio, il plexiglass e perfino la ceramica artistica, creando nuovi e funzionali arredi che sono al tempo stesso opere d’arte.

Parallelamente il concetto di dialogo tra storia e modernità che caratterizza l’azienda viene espresso anche e soprattutto nella creazione di gioielli fuori dall’ordinario e sempre di alto artigianato. Il nostro intento è quello di mantenere le nostre creazioni uniche ed originali, permettendo in tal modo alle donne di sentire ed esprimere se stesse con il loro personale “Segno Più”.

Alla realizzazione dei nostri lavori di arredamenti e di gioielleria partecipano, con le loro straordinarie competenze e capacità, tutti i nostri artigiani e artisti che con grande cura abbiamo selezionato nei nostri 30 anni di attività.

Segnopiù con la sua forte vocazione eclettica ed il coraggio di camminare su strade poco battute, si è saputo distinguere comunque con eleganza, identificandosi con passione e sentimento nella realtà del made in Italy,

La nostra Vision è quella di trasferire, attraverso le nostre creazioni di gioielli ed arredi, le meraviglie del made in Italy ad aziende e privati con il forte desiderio di arricchire se stessi ed i loro ambienti di originalità unita alla nostra millenaria tradizione artistica.

Il prossimo passo è quello di raggiungere un pubblico straniero, permettendogli di approfondire la conoscenza delle nostre infinite qualità, la nostra professionalità e competenza, nonché il famigerato buongusto di noi italiani.