Segnopiù è gioielli, non bijoux!

Segnopiù è gioielli, non bijoux!

Gioielli che hanno dentro la ricerca del particolare, il valore intrinseco dei materiali preziosi e semi preziosi utilizzati.
L’unicità è l’esclusività del pezzo unico che nasce da una scelta profonda e da 30 anni di professionalità.
Abbiamo scelto di creare gioielli e non bigiotteria perché la nostra MISSION è distinguerci dalla massa. Il nostro primo obbiettivo è fare la differenza e per raggiungere questo ambizioso traguardo e creare gioielli preziosi è impensabile avvalersi di materiali non pregiati come ad esempio l’oro, l’argento, le tante meravigliose pietre preziose e semi preziose (a volte anche poco conosciute ai più, perché poco pubblicizzate) e, non di poca rilevanza, della lunghissima esperienza dei nostri artigiani orafi, ceristi ed incassatori.
Un gioiello che duri nel tempo, che sorprenda, che incanti e lasci il “Segnopiù”, deve avere determinati requisiti, tra i quali noi riteniamo indispensabili l’alta artigianalità, la cura del dettaglio, il design esclusivo e la preziosità. 
Perché il gioiello ha sempre la sua anima e l’anima è preziosa.

Quale orecchino per quale viso? Piccola guida per la scelta giusta dei vostri prossimi orecchini.

Quale orecchino per quale viso? Piccola guida per la scelta giusta dei vostri prossimi orecchini.

Conoscere le caratteristiche morfologiche del proprio viso vi permetterà di scoprire qual è il gioiello che meglio si adatta e che più vi valorizza.
Le principali sono la forma del viso, il colore dell’incarnato, la lunghezza ed il colore dei capelli, il colore degli occhi e la lunghezza del collo.
Le forme del viso di base sono sei:
– Ovale
– Quadrata
– Tonda
– Rettangolare
– Cuore
– Rombo
Chiaramente queste forme non sono sempre perfettamente corrispondenti alla forma geometrica, più spesso possiamo trovare una via di mezzo.
– La forma Ovale è la più “fortunata” perché ben si presta a quasi ogni forma di orecchino. Via libera dunque ad orecchini anche esagerati, lunghi, lunghissimi, pendenti oppure corti o a lobo.
– La forma Quadrata e Tonda indossano meglio un orecchino non eccessivamente largo, vengono infatti slanciate da un orecchino lungo o semi lungo.
– Ad un viso di forma Rettangolare, invece, dona un orecchino più piccolo, al lobo o un semipendente che non vada ad aggravare la forma già lunga del viso.
– La forma a Cuore e a Rombo vengono valorizzate da forme anche più grandi e rotondeggianti di orecchini, che riescono a colmare lo spazio vuoto delle mascelle.
In base al colore della vostra carnagione si abbina meglio un colore delle pietre, preziose o semipreziose che siano, piuttosto che un altro. Ad esempio, una pelle olivastra viene valorizzata senza dubbio da una pietra con un bel colore vivace, come il rosso rubino, il rosa acceso, il fucsia, mentre si dovranno evitare per quanto possibile, le gradazioni dei gialli e dei verdi.
Di contro, le carnagioni chiare si prestano meglio ad indossare colori pastello anziché colori violenti.
Anche la lunghezza dei capelli gioca un ruolo molto importante nella scelta di un orecchino. Capelli molto lunghi, infatti, permettono di indossare in modo più discreto orecchino molto vistoso, anche esagerato, mentre possono nascondere anche completamente un orecchino più piccolo.
Come per la carnagione, anche il colore dei capelli ha la stessa incidenza nella scelta del colore del gioiello.
Un capello nero può, ad esempio, indossare una bella e grande perla, luminosa o un bel diamante, che con la loro luce risaltano nello scuro dei capelli.
Ma allo stesso modo anche i rossi e tutte le gradazioni del corallo, rosa, rosso e arancio esalteranno questo tipo di capello.
I capelli biondi si armonizzano bene con un bel colore deciso e intenso come può esserlo il blu dello zaffiro, il verde dello smeraldo o il viola dell’ametista. Da evitare i colori pastello che potrebbero altrimenti passare inosservati.
I capelli castani sono invece un passe-partout, essendo un colore medio, che si presta ottimamente a quasi tutte le tonalità delle pietre.
Stranamente un colore dei capelli deciso come il rosso sta bene con quasi tutti i colori, a partire dall’ovvio verde smeraldo, ma anche il turchese o il bell’azzurro intenso dello zaffiro.
Da evitare il rosso. Da indossare con attenzione, invece, il giallo.
Chi ha un particolare colore di occhi, verde o azzurro, possiede sicuramente punto di forza in più per giocare con i colori.
La lunghezza dell’orecchino va modulata in base a quella del collo. Non è infatti importante l’altezza della persona nell’indossare, ad esempio, un orecchino lungo, quanto quella del collo. Viene con sé che un collo meno slanciato sarà sicuramente valorizzato da un orecchino a lobo o semipendente.
Potremmo concludere dicendo che ogni donna possiede una sua intrinseca bellezza che potrà essere messa in luce con intelligenza scegliendo con cura un accessorio importante come degli orecchini.

No Ordinary People

No Ordinary People

   Gente comune sì, gente ordinaria no. Si può essere anche persone normalissime ma non banali e questa banalità, questa ordinarietà si può vincere grazie anche solo ad un particolare; non per forza  bisogna andare in giro con tutti i vestiti griffati, la non ordinarietà sta sicuramente nella scelta del pezzo unico, e magari realizzato a mano. Ognuno di noi sicuramente viene guidato dal proprio gusto personale: nel campo degli accessori e nel nostro caso specifico, dei gioielli, troviamo una grande varietà di persone, chi ama l’orecchino corto, chi lo porta lungo e chi indossa invece solo un anello o un bracciale, ma sicuramente esso diventerà il nostro segno distintivo. Chi lo vedrà indossare potrà apprezzarlo o meno, ma lo vedrà esclusivamente indosso ad un’unica persona, non a tutto il Paese o addirittura a tutto il mondo, se parliamo di articoli che provengono ad esempio dalla Cina: dietro la bigiotteria cinese, infatti, che è indubbiamente carina, ma usa e getta, c’è un proprio un concetto di effimerità, di materiali poveri, e quindi di qualità scadente. Ovvio è che il piccolo prezzo dell’oggetto rispecchierà questo pensiero spicciolo, mentre Segno Più fa esattamente il discorso opposto: dietro ad ogni nostro gioiello c’è un mondo infinito che racconta 2000 anni di storia di buon gusto e di arte degli italiani, oltre che di cultura, di stile e di design, nonché i nostri piccoli 30 anni di esperienza che fanno il nostro brand.

   Il volersi distinguere porta inevitabilmente con sé un investimento, una attenta ricerca del particolare, del bello e della qualità, perché la qualità, da che mondo è mondo, segue il costo. La qualità è una delle prime caratteristiche di un bell’oggetto, altrimenti tutti saremmo ben vestiti, avremo una macchina bellissima ed una casa grande. Sapersi distinguere dagli altri richiede anche un minimo di impegno economico, magari si compra una cosa in meno, ma ci concediamo un oggetto di qualità. Non per niente un vecchio detto recita “Chi più spende meno spende”, cioè spendere una volta sola ma spendere bene.

   Quando qualche cliente ci chiede di realizzare un gioiello personalizzato, spesso non chiede nemmeno il prezzo, perché sa che il gioiello che verrà creato rispecchierà i suoi gusti, e che sarà un gioiello per sempre perché non passerà mai di moda.

   Il tuo gioiello è unico come sei tu, come il gioiello che hai scelto, un pezzo unico. Ogni individuo è un individuo. Ogni nostro gioiello è un gioiello, il tuo.

Made in Italy: innovare la tradizione

Made in Italy: innovare la tradizione

 

 

E’ difficile definire in una manciata di parole il Made in Italy. Certamente a livello mondiale è sinonimo di alta qualità, originalità e stile, con storie e competenze artigianali e artistiche millenarie. Questa dicitura che noi diamo quasi per scontata è invece considerata da tutto il mondo un vero e proprio marchio, un brand, terzo solo alla Coca-Cola e Visa.

 

 

 

I prodotti italiani nel mondo hanno guadagnato fama talmente grande da costruire una tipologia totalmente a sé in ogni merceologia. Il motivo di tutto questo ha solide e forti radici che affondano nelle nostre tradizioni storico culturali e artistiche. Le radici di questa straordinaria pianta, qual’è la nostra Italia, si nutrono di una linfa vitale unica, che appartiene solo a questo meraviglioso territorio. Possiamo dire con fierezza e consapevolezza che dall’humus artistico e culturale della nostra terra nasce il Made in Italy. Gli artigiani, gli artisti, i designer e gli stilisti si nutrono di questo humus ricchissimo come nessun altro e lo trasformano in manufatti e prodotti di alto livello qualitativo. Il gene creativo miracoloso da millenni degli italiani è il nostro valore aggiuntivo, il nostro “Segnopiù”.

 

 

 

Made in Italy = amore, consapevolezza, competenza. Il nostro differenziale positivo è dato proprio dal valore delle tradizioni.
Innovare la tradizione: questo ci permette da sempre di avere successo nel mondo e con noi stessi. Abbiamo tutti noi, che consumiamo e produciamo, il dovere morale di salvare e conservare le migliaia di abilità che rischiano di andare perse, e con esse la nostra identità culturale che da secoli si tramanda di generazione in generazione.

 

 

 

Siamo o non siamo tutti dei pezzi unici?

Siamo o non siamo tutti dei pezzi unici?

Certamente sì! L’unicità è qualcosa di davvero potente, di speciale. Ha il potere assoluto di esprimere tutto di noi, anche nel solo accessorio che indossiamo in quel momento. Il riflesso di noi che possiamo scorgere nello sguardo di chi ha notato proprio quel particolare.
Indossare un gioiello non ordinario è a tutti gli effetti un linguaggio non verbale. Una donna può vestire abiti assolutamente sobri con colori e forme miti, ma non c’è dubbio che il suo gioiello esclusivo parlerà per lei.

Quindi scegliendo di portare un gioiello pezzo unico, con il colore perfetto per il nostro incarnato, le dimensioni in equilibrio con la forma del nostro viso e lo stile in armonia con noi stesse, stiamo già mettendo in atto una naturale selezione delle persone che potrebbero relazionarsi con noi, come amici, colleghi di lavoro, clienti o partners.

Le nostre scelte sono lo specchio della nostra personalità, purché si trovi il coraggio di essere noi stesse, come raccontava una vecchia pubblicità, “libere e belle”!

La Tormalina, la pietra dell’arcobaleno

La Tormalina, la pietra dell’arcobaleno

Le tormaline sono pietre preziose che mostrano uno splendore di colori unico. Secondo un’antica leggenda egizia, questo è il risultato del fatto che le tormaline viaggiarono dal cuore della terra fino al sole su di un arcobaleno, e lungo la strada ne acquistarono tutti i colori. Questo è il motivo per cui ai nostri giorni è detta “pietra arcobaleno”.

Il nome tormalina deriva dall’espressione Cingalese “turamali”, che si traduce come “pietra di colori misti”. Le tormaline sono di colore rosso e verde, passando dal blu al giallo. Spesso esse mostrano due o più colori e sono apprezzate per questa loro apparenza multi-colore. Ci sono tormaline che cambiano il loro colore passando dalla luce naturale a quella artificiale, altre sono cangianti. Nessuna tormalina assomiglia esattamente ad un’altra: questa gemma mostra molte facce, ed è quindi particolarmente predisposta ad adattarsi a tutti gli umori e temperamenti. Non deve quindi sorprenderci che nell’antichità le siano stati attribuiti poteri magici. La tormalina avrebbe un’influenza particolarmente intensa sull’amore e sull’amicizia, rendendoli stabili e duraturi.

Colori, nomi e soprannomi
Le differenti sfumature di colore hanno avuto dal mercato nomi diversi. Ad esempio le tormaline rosso intenso sono chiamate”Rubellite”, quando presentano la stessa sfumatura rosso-rubino sia alla luce naturale che alla luce artificiale. Se il colore varia cambiando la fonte di illuminazione, la pietra sarà detta “Tormalina rosa”. Le tormaline blu sono chiamate “Indicoliti”, Dravite” è una tormalina che va dal marrone dorato al marrone scuro, e le Tormaline nere sono conosciute come “Schorl”. Questa ultima varietà è usata principalmente per le incisioni ed a scopi esoterici, per i quali è particolarmente apprezzata, in quanto si ritiene che essa defletta gli influssi negativi da chi la indossa.

Ci sono moltissime varietà di Tormalina, come la Tormalina verde e le tormaline bicolore e multicolore. Molto particolari sono i pezzi tagliati dalle tormaline per sezioni trasversali, poichè questi rendono pienamente lo splendore dei colori che fanno parte di una tormalina specifica. Ad esempio, tali pezzi tagliati da tormaline, con nucleo rosso e bordi verdi, vengono chiamate “tormaline anguria”, pezzi con nucleo chiaro e bordo nero vengono chiamati ” tormaline testa di moro”. Ma la più notevole tra le tormaline è senza dubbio la Tourmalina Paraiba, una gemma che presenta un vivace profondo blu o blu verde, trovata per la prima volta nel 1987 nelle miniere dello stato brasiliano di Paraiba. Quando di buona qualità esse sono tra i tesori più ricercati. Quando le Tormaline gialledi colore brillante provenienti da Malawi, furono immesse sul mercato, la tormalina ha aggiunto un colore in più, il giallo, all’apparentemente illimitata varietà di colori mostrata dalla “pietra arcobaleno”.

Le tormaline sono estratte in ogni parte del mondo. Esistono importanti giacimenti in Brasile, Sri Lanka, Sud Africa e Africa sud occidentale. Altri giacimenti si trovano in Nigeria, Zimbabwe, Kenya, Tanzania, Mozambico e Madagascar, Pakistan e Afghanistan. Le tormaline si trovano anche negli USA, soprattutto nel Maine e nella California. Tuttavia, sebbene vi siano ricchi giacimenti di tormaline in tutto il mondo, buona qualità e colori delicati, raramente si trovano sul mercato. Di conseguenza quindi, la gamma dei prezzi delle tormaline è praticamente uguale a quella dei suoi colori.